Archivio per tag: Andrea Zanoni

Categorie: Politica

Rita Cinti Luciani, la socialista che Fantò vuole portare al parlamento europeo col PD PSE

Giovedi 15 Maggio alle 01:24

"Verso una nuova Europa, il programma del PSE" è stato il convegno organizzato e condotto il 7 maggio scorso da Luca Fantò, segretario provinciale PSI Vicenza, che ha introdotto tre candidati al parlamento europeo per il PD PSE. Sono intervenuti, infatti, l'on. Franco Frigo del PD e l'on. Andrea Zanoni, ex Idv, entrambi parlamentari europei in corsa per una conferma col PD PSE e Rita Cinti Luciani, sindaco di Codigoro.

Continua a leggere
Categorie: Politica

"Fatti e misfatti riguardo la Spv", incontro con Zanoni e il Pd

Martedi 13 Maggio alle 15:12
ArticleImage Andrea Zanoni, PD - “Fatti e misfatti riguardo la Superpedemontana. Il ruolo dell’Europa nelle Politiche Ambientali locali. Il caso della Pedemontana alla luce della nuova Direttiva VIA dal punto di vista del relatore” è il titolo dell’incontro in programma giovedì 15 maggio alle ore 21.00, presso la Trattoria “Al Sole”, in Via Sant’Urbano 7, a Montecchio Maggiore (VI).

Continua a leggere
Categorie: Politica

"La Leopolda delle Tre Venezie" sabato nel vicentino con Zanoni

Venerdi 9 Maggio alle 20:29
ArticleImage Andrea Zanoni, PD - Sabato 10 maggio, alle ore 9.00, l’europarlamentare Andrea Zanoni, candidato al Parlamento europeo nelle liste del Partito Democratico per le elezioni del 25 maggio, membro della Commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare, vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo, parteciperà all'incontro “La Leopolda delle Tre Venezie, viaggio dall'Europa ai territori” che si terrà al Centro Direzianel Colombo della multisala Metropolis di Bassano del Grappa  (VI) alle ore 9.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Zanoni e Frigo a Vicenza in un incontro del Psi per parlare d'Europa

Martedi 6 Maggio alle 14:43
ArticleImage Andrea Zanoni, PD - Mercoledì 7 maggio, alle 17.30, l’eurodeputato Andrea Zanoni, candidato al Parlamento europeo nelle liste del Partito Democratico per le elezioni del 25 maggio, membro della Commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare, vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo e relatore della nuova Direttiva di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) sarà all’Hotel Palladio in contrada Oratorio dei Servi 25, a Vicenza.

Continua a leggere
Categorie: Fatti, Politica

Federico Vantini, sempre in prima linea nella corsa verso le europee

Sabato 3 Maggio alle 19:08
ArticleImage Prosegue la ampagna elettorale di Federico Vantini, trentacinquenne sindaco di San Giovanni Lupatoto e ora candidato alle elezioni del 25 maggio 2014 per il Parlamento europeo. Oggi pomeriggio si è presentato ad Arzignano, assieme al deputato Marco Richetti e al deputato e segretario PD del Veneto Roger De Menech. Hanno svolto la presentazione assieme al gruppo di Vicenza Adesso e di Arzignano Adesso nella piazza di Arzignano, poi trasferitesi presso il Caffè Nazionale causa maltempo.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Zanoni a Vicenza e Asiago per parlare di Europa e politiche agricole

Venerdi 2 Maggio alle 17:12
ArticleImage Andrea Zanoni, PD - Domenica 4 maggio 2014, alle 20.45, l’eurodeputato Andrea Zanoni, candidato al Parlamento europeo nelle liste del Partito Democratico per le elezioni del 25 maggio, membro della Commissione ENVI Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare, vice Presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo e relatore della nuova Direttiva di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) parteciperà all’incontro “Europa e politiche agricole” che si terrà presso la Sala degli Stucchi di Villa Tacchi, in Viale della Pace 89 a Vicenza.

Continua a leggere
Categorie: Politica

La serata renziana con i candidati al parlamento europeo tra grillini "disturbatori" e poco pubblico

Lunedi 28 Aprile alle 18:39
ArticleImage Riceviamo da Gianni Padrin e pubblichiamo - Al Palavillanova (foto) l’attuale sindaco di Torri di Quartesolo Diego Marchioro ha presentato l’onorevole Alessandra Moretti, l’onorevole Andrea Zanoni, il sindaco di S. Giovanni Lupatoto Federico Vantini e in appoggio l’onorevole Filippo Crimì. Ognuno ha parlato degli impegni svolti e delle idee per l’Europa, sviluppo, ambiente, lavoro, leggi da farsi, potenzialità dei tanti nostri denari lasciati fuggire dai nostri rappresentanti al parlamento europeo, come progetti finanziabili con fondi strutturali e della poca presenza in aula di molti nostri rappresentanti, molto ben pagati con i soldi dei contribuenti.

Continua a leggere
Categorie: Fatti, Politica, Scuola e formazione

Il tour vicentino di Roberto Reggi e Alessandra Moretti sta giungendo al termine

Domenica 27 Aprile alle 22:34
ArticleImage Giornata nel territorio vicentino per il sottosegretario Reggi e per la capolista Alessandra Moretti. Il loro viaggio è partito questa mattina da San Giorgio in Bosco dove la Moretti si è incontrata con Valeria Fedeli presso la sala consigliare del Municipio per un incontro sulla leadership femminile. Si è diretta poi a Schio per un pranzo elettorale e per incontrare i cittadini. Qui ha incontrato Roberto Reggi con il quale poi si sono diretti a visitare due istituti superiori tra i quali l'IPSIA Scotton di Breganze.

Continua a leggere
Categorie: Politica

I renziani vicentini: scrivete Alessandra Moretti sulla scheda delle elezioni europee

Mercoledi 23 Aprile alle 18:53
ArticleImage "Adesso Vicenza! sostiene convintamente Alessandra Moretti, Federico Vantini e Andrea Zanoni alle prossime elezioni europee". A ufficializzarlo è il parlamentare Filippo Crimì, presidente di “Adesso Vicenza!” l’associazione politica/culturale che riunisce tutti i comitati della provincia di Vicenza a supporto dell'azione di governo del premier Matteo Renzi.

Continua a leggere
Categorie: Associazioni

Tra Berlato e Zanoni, la posizione di Arci Caccia Veneto sulle prossime elezioni europee

Martedi 22 Aprile alle 14:06
ArticleImage Arci Caccia Veneto - “Nell'Europa che vuole guardare al futuro con idee nuove e nuovi modelli di sviluppo inseriamo, pur non essendo una priorità assoluta, la caccia non solo come tradizione ma quale attività che esercitata responsabilmente può determinare cura della biodiversità e un positivo equilibrio ambientale”: è la posizione dell'Ufficio di Presidenza dell'Arci Caccia del Veneto che ha approvato un documento sulla prossima competizione elettorale per il rinnovo del Parlamento Europeo.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

Domenica 20 Luglio alle 08:01 da PaolaFarina
In Farina replica a Thibault su antisemitismo e sionismo. Ma tutto il mondo subisce guerre, armate o finanziarie
Se la risposta che cercava è questa: secondo me non si può essere antisionisti senza essere contro gli ebrei. Prima che una religione gli Ebrei sono un Popolo, è scritto chiaramente nella Torà, dove solo a metà del secondo libro il popolo ebraico riceve la Legge. Non ritengo opportuno rispondere ai copia ed incolla, perché una risposta articolata richiederebbe ore ed ore di studio e lavoro che non mi posso permettere, per rendere la tematica di comprensione a tutti. Lei cita la signora Sibony, Michelle Sibony pacifista che vive in Francia ed è la vice presidente di un gruppo che si chiama "Unione Ebrei per la Pace" e non la vice presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche francesi. Da buona pacifista vive in Francia e da lì non si schioda. Il rabbino Aron Cohen è anche lui un Naturei Karta come Weiss: ergo, non si possono identificare in loro dei rappresentanti del Mondo Ebraico, caso mai delle voci, talvolta discutibili. La parlamentare arabo-israeliana del partito Balad Hanin Zobai che siede in Parlamento (israeliano) e che percepisce regolare stipendio come tutti i parlamentari in Israele odia all'unisono Israele e gli Ebrei e rigurgita dichiarazioni di odio ogni volta che apre la bocca. Il nipote, che non percepisce uno stipendio dal parlamento come parlamentare, impugnando la bandiera di Israele, il paese di cui è cittadino e di cui si sente libero, Mohammad Zoabi afferma "Sono israeliano e resterò israeliano". Tanto è bastato perché si meritasse parole di ingiuriosa denigrazione da parte della cugina Hanin Zoabi e minacce di morte anche dall'interno della sua famiglia, tanto che la polizia ha dovuto approntare un programma di protezione. Vede in Israele esiste la libertà di espressione, detto questo poiché finora il nosstro dibattito è rimasto circoscritto a pochi, io non mi sottraggo dalle risposte ed il Direttore sa dove trovarmi, ma sono poche le persone che fanno controinformazione ed in questo periodo, nel mondo ci sono dai 15 ai 18 milioni di ebrei, meno della metà vive in Israele...il resto sparso nel mondo...ed il volontariato attivo è una grande soddisfazione, ma anche una grande fatica!

Sabato 19 Luglio alle 14:49 da commentariogiornale
In Gaza: risposta ad una ... non risposta
Liberté, Egalité, Fraternité sono i tre principi cardine della rivoluzione francese senza la quale tutti noi a quest'ora dovremmo versare la gabella al nobile di turno. Mi stupisce che un francese rinneghi questi basilari concetti della democrazia moderna solo perché qualcun'altro nel corso del tempo ne ha fatto un uso strumentale. Sarebbe come dire che la Francia e' male perché possiede delle colonie, direi che è una lettura riduttiva della storia della democrazia mondiale basata sul pregiudizio ideologico . Ed infatti a questo proposito il sig. Thibault riattacca col sionismo e l'antisemitismo (dopo certi titolo su questa testata era ovvio...) che è quanto di più ideologico possa esistere e sul quale non voglio entrare nel merito. Ci sono colpe in entrambi i fronti ma quello che spesso sfugge agli analisti e' la responsabilità della classe dirigente del modo arabo-mediorientale. Basta farsi un giro in quei paesi per rendersi conto dell' immenso divario economico tra ricchi e poveri. Mentre però in Europa queste tensioni sociali sono rivolte ai governanti, la rivoluzione francese ne è un esempio, nel mondo arabo le classi povere vengono strumentalmente inviate a combattere il concorrente economico. Se Israele fosse stato uno stato povero e disorganizzato a quest'ora non avremmo nulla da dirci. Quello che invece ho potuto costatare personalmente e' che quotidianamente in Israele vivono e lavorano fianco a fianco arabi, ebrei e cristiani alla faccia dell'ideologia!
Gli altri siti del nostro network